Chi siamo

Chi siamo
Chi siamo

Il primo ricordo di quando ero molto piccolo risale a quando avevo tre anni e mezzo e chiedevo con preoccupazione a mia madre del perché eravamo qui sulla Terra e perché invecchiavamo accettando inesorabilmente la morte. Mi ricordo che avevo esperienze di notte come se viaggiassi in tunnel di luce a velocità inimmaginabili, nonché altre intense esperienze precognitive.
Non è stato semplice radunare tutte le forze, le conoscenze, le sicurezze, i risultati ottenuti finora, smantellare i condizionamenti, anche dopo numerose prove, diverse delle quali reputerei terribili, anche se come sappiamo è una continua ascensione vivendo un eterno presente per riconnetterci con la fonte divina.
Le potenzialità di un guaritore o del pranoterapeuta autentico dipendono dall'evoluzione della coscienza legata al compito specifico che deve svolgere nell’attuale incarnazione.
Esistono apparecchiature scientifiche che possono misurare o provare doti parapsichiche nell'individuo e sono un punto di partenza, ma posso asserire che per il momento questi dispositivi non possono di sicuro descrivere o rivelare moltissime potenzialità o sfumature che un essere umano può racchiudere in se stesso. Oggi la scienza sta partendo dalla fisica quantistica per poter risalire a spiegare lo spirito e scoperte di famosi studiosi non fanno altro che riscoprire in parte l'antico sapere che già è descritto nei testi antichi dei Veda o nella Bhagavad Gita, per esempio.
É chiaro che viviamo ora in questo periodo storico in una Matrix ben architettata dal sistema, ma che fungerà da prova per i più puri di cuore per rompere gli indugi e passare in un altro stadio di coscienza. É per questo che dedico il mio talento, la mia purezza ed esperienza ad aiutare le persone che veramente vogliono intraprendere un percorso di cambiamento e guarigione sia esso fisico, psichico o spirituale. La vita è una scelta continua e le persone di solito scelgono non con la forza dell'intuito ma con il condizionamento della paura.
...Non tutto ciò che è nero è cattivo e ciò che è bianco è bene; quindi tutto è relativo e tutto è comunque divino e, come dico io, le cinture colorate nelle arti marziali il più delle volte servono per tenere su i pantaloni. Intendo dire che cerchiamo di riconoscere, di distinguere, al di là di etichette o insegnamenti retorici o stereotipi che ci vengono proposti, quell'energia che va oltre ciò che siamo abituati a vedere in questa dimensione 3D...